Sealife DC2000 – Impressioni a secco

Sealife DC2000 – Impressioni a secco

Una nuova macchina fotografica compatta molto interessante

 

    

Fino a qualche anno fa la Sealife non era una delle macchine preferite dai fotosub, e la pensavo anch’io per via di alcune caratteristiche intrinseche della macchina scelta, oggi però le cose sono cambiate!

Ho potuto toccare con mano, per ora solo a secco, la nuova Sealife DC2000 con tutti i vari accessori tra qui il flash, la wetlens macro +10 e la wetlens grandangolare da 100 gradi.

 

La Custodia:

Il guscio esterno della Sealife è in materiale plastico ma al tatto da una bella sensazione di robustezza, la tenuta è garantita da un OR in battuta e la chiusura è garantita grazie ad un gancio laterale con una sicura per evitare aperture accidentali. I comandi della macchina sono riportati all’esterno con leve a pianoforte ossia grazie a leveraggi interni permette di avere i comandi tutti sul lato destro compresa una generosa ghiera per selezionare i programmi o l’uso manuale.

La custodia è data per un uso fino a 60 metri.

 

Il Flash:

Il flash interno è posto centralmente appena sopra l’obiettivo, se usato nelle macrofotografia si richia di avere una zona più scura sul fondo della fotografia per risolvere questo inconveniete la Sealife ha a catalogo un suo flash esterno: il Seadragon che un Numero Guida di 16 a terra con il diffusore (misurazione fatte con il mio esposimetro esterno), e copre con il diffusore circa 100°.

Il flash ha 10 impostazioni di potenza in manuale oltre all’impostazione Automatico,  lo si collaga alla fotocamera tramite un cavo a fibra ottica con un sistema a maschera che guida il cavo dal flash della custodia, attorno all”oblò per poi arrivare in una apposita scanalatura nel braccio che sorregge il flash il tutto per non essere d’ingombro in acqua.

Staffa e Bracci:

Il sistema previsto di bracci e staffe oltre a avari accessori è ben pensato, la staffa con il sistema di sgancio rapido è molto robusto e  sicuro ma al contempo facile da utilizzare, è stata prevista anche una piastra con una sfera classica da braccetto così da poter utilizzare eventualmente vecchi braccetti con le sfere e le clamp.

 

La Macchina:

La macchina fotografica compatta scelta per questa versione di Sealife è anfibia fino a 18 metri, ha uno schermo LCD posteriore da 3 pollici, ha un obiettivo grandangolare con una lunghezza focale di 11,6mm ossia 31mm su pellicola 24x36mm  con una minima distanza di 10cm con fuoco Normal, mentre il diaframma va da f1,8 a f11.  Il sensore è un CMOS da 1″ da 20 megapixel con un rapporto dei lati di 3:2 come i sensore delle reflex, che permette di ottenere video in FullHD a 60fps mentre la sensibilità va da 125 iso fino a 25600 iso.

Per quanto riguarda le impostazioni può essere usata in Manuale ma troviamo anche i classici automatismi che troviamo sulle reflex come Priorità dei Diaframmi (A), Priorità dei tempi (S), oltre a quattro programmi per la fotosub: Dive per riprese senza flash oltre i 18 metri di profondità; Snorkeling per riprese senza flash nei primi 10 metri di profondità; Ext. Flash per riprese con il flash esterno; Ext. Light per riprese usando dei faretti.

Oltre a questi programmi troviamo l’automatismo per scene classiche per uso a terra : ritratto, macro, notturno ecc.. che per l’uso subacqueo sono poco importanti.

Anche la scelta del bilanciamento del bianco (WB) può essere fatta in manuale (se non si impostano i programmi fotosub o le altre scene) , troviamo sia l’automatico che i classici: luce diurna, nuvoloso, tungsteno, fluorescente 1 e 2, ma troviamo anche la possibilità di fare un bilanciamento personalizzato.

La macchina monta una scheda SD e registra oltre al classico formato JPG con tre tipi di compressione (normal, fine, superfine), anche un formato RAW con estensione DNG ossia il file raw di Adobe.

L’autofocus ha diverse impostazioni come quella al centro, automatica, tracciatura e rileva volti, mentre per il renge di fuoco abbiamo quattro impostazioni: Infinito (dai 90cm all’infinito), Autofocus Normal , Macro (10-30cm) e Supermacro; mi soffermerei su questa impostazione che trovo utile sott’acqua ed è diversa dalle supermacro classiche, normalmente questa funziona permette di mettere a fuoco ancora più vicino e per questo in acqua non è molto utile sia per la difficoltà di illuminare il soggetto sia perchè l’animale tende a scappare però su questa macchina permette un range di messa a fuoco sempre tra 10 e 30cm ma aumenta l’ingrandimento di 1,7x ottenendo sempre un file a 20mpix e con un’ottima nitidezza.

Onestamente ho testato la macchina anche con l’AF normale e sono comunque a mettere a fuoco ad una distanza di 10cm senza attivare la funzione macro perciò ancora più comodo per l’uso in acqua.

Sealife Dc2000 - minima messa a fuoco in posizione Normal

Minima distanza di messa a fuoco con AF normale

Minima distanza fuoco - ingrandimento soggetto

Ingrandimento che si ottiene alla minima distanza con AF normale

La fotografia e la nitidezza alla minima distanza con AF normal.

Fotografia alla minima distanza con AF normale

Minima distanza con la funzione SuperMacro

Minima distanza di messa a fuoco con AF SuperMacro

Visione dell'ingrandimento ottenuto con la funzione SuperMacro

Ingrandimento che si ottiene alla minima distanza con AF SuperMacro

La foto scattata con la funzione SuperMacro

Fotografia alla minima distanza con AF SuperMacro

 

CONCLUSIONI

La Sealife DC2000 è una macchina molto interessante, permette di ottenere un buon ingrandimento senza avvicinarsi troppo al soggetto così da avere lo spazio per poterlo illuminare che poter mantenere una distanza che non faccia scappare il nostro soggetto, inoltre permette una nitidezza elevata.

I comandi della custodia sono comodi e ben dimensionati anche per l’uso con guanti pesanti. Con l’obiettivo montato sulla macchina fotogafica possiamo sia fare soggetti piccoli ma anche soggetti di medie dimensioni come le murene, per poter fare delle fotografie ambiente vere avremo necessità dell’aggiuntivo grandangolare che è previsto tra gli accessori.

Il prezzo di vendita della macchina e custodia è ottimo e in linea con le compatte Canon con la custodia originale con le differenze che i comandi delle custodie originali non sono comodi come questi e che la Sealife arriva a -60m, mentre le concorrenti si fermano a -40 metri. Un accessorio che reputo indispensabile, ma questo indipendentemente dalla macchina, è il flash esterno e quello che propone Sealife ha una buona potenza (NG 16 con diffusore) e copertura di 100 gradi pur essendo molto compatto e leggero e ad un prezzo molto competitivo confronto ad altri flash sul mercato.

Il fotosub è spesso impaurito dall’allagamento per le varie conseguenza anche economiche, con questa sistema anche in caso di allagamento la macchina interna è anfibia fino a 18 metri perciò in caso di errore del sistemare l’O-Ring di tenuta non rischieremo di rovinare la macchina ed eventulamente la nostra vacanza.

Per un subacqueo che vuole iniziare a fare fotosub o per chi è alla ricerca di un equipaggiamento compatto ma con la possibilità di esterndere il kit base per poter far fronte a varie situazioni senza eccedere in pesi e ingombri questa è un’ottima soluzione da prendere in considerazione.

Sono curioso di poter avere un esemplare da poter portare in acqua e vedere come si comporta sul campo.