Lo Sfondo nella fotografia subacquea

Lo Sfondo di Cristian Umili

Lo sfondo è un elemento dell’immagine che spesso il fotografo si scorda di guardare, vuoi perchè ci si concentra sul soggetto, vuoi che il soggetto è in rapido movimento e quando è in una buona posizione lo sfondo non aiuta a valorizzare il soggetto stesso.

Sicuramente lo sfondo nero fa spiccare qualsiasi soggetto, ma anche lo sfondo azzurro o blu aiuta ad ambientare per esempio un pesce che normalmente nuota a mezz’acqua, inoltre se abbiamo la superficie come sfondo possiamo usare le increspature della stesso per creare uno sfondo blu con venature che possono aiutare la tridimensionalità dell’immagine. Un’immagine che ha uno sfondo omogeneo nero o blu risulta un po’ più piatta.

Fotografia con fondo blu omogeneo

Fotografia con fondo screziato grazie alle increspature della superficie

 

K7 sud – Marsa Samadai reef nord

Uno sfondo invece molto frastagliato crea confusione e tende a inglobare il soggetto stesso.

Mandarinfish – Synchiropus splendidus – Moalboal – Cebu – Philippines

In alcuni casi l’habitat dell’animale non aiuta come nel caso dei mandarin fish e l’unica soluzione è quella di cercare di illuminare il meno possibile i coralli di sfondo così da avere uno sfondo scuro con una sua texture su cui si stagliano i soggetti senza essere inglobati in esso.

Oltre al blu e al nero, se abbiamo un soggetto con un colore particolare, possiamo cercare di sfruttare uno sfondo con un colore contrastante, per esempio usando in contrapposizioni colori caldi e freddi riusciremo a far risaltare il soggetto anche se di piccole dimensioni.

Inoltre se giochiamo con lo sfuocato, ossia riusciamo a sfuocare molto lo sfondo creeremo un piano più omogeneo su cui spicca il soggetto a fuoco, mentre se lo sfondo è vicino al soggetto rischiamo che questo si confonda con il substrato.

L’uso del colore marrone di una spugna come sfondo e rendendola sfuocata ha permesso di far risaltare il pesce viola fluo pur essendo ripreso di muso, e così occupando uno spazio minimo nella fotografia.

In questa foto lo sfondo è molto vicino al soggetto e risulta molto nitido rendendo il soggetto che ha molte parti trasparenti poco leggibile.

I Piani dell’immagine

L’immagine fotografica può essere divisa in tre piani, lo sfondo che abbiamo appena visto, il piano intermedio e il primo piano. Mentre lo sfondo ha sempre un ruolo di “spalla” agli altri piani e c’è sempre il piano intermedio invece può non esserci, tutto dipende dalla prospettiva che diamo all’immagine usando elementi per creare delle vie di fuga per emulare la tridimensionalità che troviamo nel mondo reale; tridimensionalità che viene esaltata sia usando i piani sfuocati che la luce e le ombre.

Il primo piano può essere occupato dal soggetto e perciò a fuoco oppure da un altro elemento sfuocato che aiuta a creare il senso delle distanze; il piano intermedio può non esistere ma nel caso che esista nella fotografia può essere il piano occupato dal nostro soggetto oppure può essere un piano meno sfuocato dello sfondo che serve per creare l’illusione della distanza.

Moalboal – Cebu – Philippines

In questa immagine il primo piano è sfuocato e aiuta a portare l’occhio al soggetto posto nel piano intermedio dove troviamo il soggetto a fuoco e lo sfondo anch’esso sfuocato per far spiccare il soggetto.

Moalboal – Cebu – Philippines

In questa fotografia il primo piano è occupato dal muso dell’animale a fuoco, il piano intermedio dal corpo e da una parte di roccia su cui poggia il pesce e poi lo sfondo sfuocato di una colorazione che ha permesso di far risaltare sia la testa che le pinne dorsali.

In questa immagine invece manca il piano intermedio, nel primo piano troviamo il pesce a fuoco e poi abbiamo subito lo sfondo di colore omogeneo con in più un soggetto che serve solo per ricreare la distanza ma che si trova anch’esso sul piano dello sfondo.

L’angolazione di ripresa

L’angolazione di ripresa permette di gestire i piani e decidere se usarli tutti e tre oppure usarne solo 2 o solo 1, questa scelta porta a risultati differenti.

Pink squat lobster – Lauriea sp. – Moalboal – Cebu – Philippines

Con una ripresa un po’ dall’alto si vede tutto l’animale, lo sfondo è sfuocato per creare il senso di distanza ma il piano intermedio non esiste.

Pink squat lobster – Lauriea sp. – Moalboal – Cebu – Philippines

Abbassando il punto di ripresa si è aggiunto il primo piano con la spugna, il piano intermedio con il soggetto e lo sfondo su cui spicca la peluria del granchio.